ROMA (ITALPRESS) – “Le proteste in Europa, soprattutto in tema di agricoltura, sono proteste da sostenere perché questa Europa molto spesso difende le multinazionali, difende un’agricoltura che non esiste in alcuni paesi e si dimentica che l’Italia, ad esempio, ha 4 mila prodotti tipici, il mio Veneto ne ha 350, e si pensi solo che il cibo italiano imitato all’estero vale circa 120 miliardi di euro”. Lo ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, a margine della presentazione del suo libro “Fa’ presto, vai piano. La vita è un viaggio passo a passo”. “Noi non vogliamo l’Europa del nutriscore, non vogliamo l’Europa dei cibi sintetici” ha aggiunto “non vogliamo l’Europa che lavora contro l’identità, gli agricoltori fanno bene a protestare ma non si dimentichi tutto il lavoro fatto”. Il presidente Zaia si augura “non diventi una guerra tra agricoltori altrimenti vince ancora l’Europa”.

xc3/tvi/gsl

Previous articleSalis, Zaia “Tema dignità umana forse non acquisito da altri paesi”
Next articleHamilton alla Ferrari dal 2025 “È tempo di nuove sfide”