PALERMO (ITALPRESS) – “Dopo 23 anni restituiamo alla fruizione dei cittadini questo luogo, che ospiterà la musealizzazione di parte dell’archivio storico-fotografico del click. Questa struttura diventerà una tappa fondamentale dell’itinerario liberty di Palermo”. Così l’assessore regionale ai Beni culturali Francesco Scarpinato, a margine dell’inaugurazione del Villino Favaloro che riapre i battenti diventando la sede del primo Museo digitale della fotografia in Sicilia. xd8/vbo/gtr
Previous articleCasa, rallentano i prezzi e crollano le compravendite
Next articleVillino Favaloro a Palermo, Schifani “Gioiello che torna a brillare”