ROMA (ITALPRESS) – Nuovi strumenti diagnostici, terapeutici e chirurgici sono pronti a rivoluzionare gli interventi sul tumore alla prostata. Non solo: un cambiamento radicale è previsto per l’ipertrofia del collo vescicale, una patologia che colpisce spesso una popolazione in età giovane, tra i 20 e i 50 anni. Gli approcci terapeutici fin qui disponibili mettevano a rischio l’eiaculazione del paziente, con riflessi anche psicologici; una nuova tecnica, invece, permetterà di conservare anche la capacità eiaculatoria durante l’orgasmo. Sono i temi affrontati nel corso di un convegno che si è svolto alla Clinica “Villa Pia” di Roma, alla presenza di oncologi, urologi, chirurghi e medici di medicina generale.
fsc/gsl
Previous articleFocus Sud – Puntata del 18/3/2024
Next articleIl prezzo del gas continua a scendere