ROMA (ITALPRESS) – Sei squadre su sei qualificate per i Giochi Olimpici. La scherma italiana porterà a Parigi 2024 tutte le armi, sia maschili che femminili. Significherà non soltanto gareggiare nelle prove a squadre di ciascuna delle sei specialità, ma anche avere in ogni competizione individuale il numero massimo di tre atleti in pedana. Un privilegio che possono vantare solo due Paesi al mondo, Italia e Francia. È il completamento di un esaltante percorso di Qualifica, che ha avuto il suo clou nel Mondiale di Milano per poi dipanarsi nel cammino di Coppa del Mondo: per prime, hanno staccato il pass per Parigi le due formazioni di fioretto del CT Stefano Cerioni, poi spadisti e spadiste del Commissario tecnico Dario Chiadò, infine i due team di sciabola del responsabile d’arma Nicola Zanotti. Dal 27 luglio al 4 agosto, dunque, il Tricolore sarà rappresentato sulle pedane del “Grand Palais” da 24 schermidori, 12 donne e altrettanti uomini, per 18 di loro sarà doppio impegno, sia individuale che a squadre, mentre in sei saranno indicati come “riserva” soltanto per i Team Event. “Un en plein importantissimo e per nulla scontato, nello scenario di globalizzazione e altissima concorrenza che ormai caratterizza ogni specialità, ma in cui l’Italia ha confermato tutta la sua competitività e la bontà del lavoro svolto in ciascuna arma”, ha detto il Presidente federale Paolo Azzi.
gm/gsl (Fonte video: ufficio stampa FIS)
Previous articleTumore al seno, Tinterri “Con le Breast Unit si guarisce di più”
Next articlePolitiche Coesione, Meloni “In Basilicata mobilitiamo 945 milioni”