ROMA (ITALPRESS) – Produzione industriale in calo a gennaio. L’Istat stima una flessione dell’1,2% rispetto a dicembre. Nella media del trimestre novembre-gennaio si è registrato un calo dello 0,9% rispetto ai tre mesi precedenti. L’energia è l’unico settore ad aver fatto segnare un aumento della produzione industriale. Segno meno per tutti gli altri, con il calo più accentuato per i beni strumentali. Su base annua, la flessione è stata del 3,4%, nonostante un giorno lavorativo in più. I cali più ampi nei 12 mesi hanno coinvolto la produzione di prodotti farmaceutici, l’attività estrattiva e l’industria del legno, della carta e della stampa. Segnali meno negativi arrivano da Confindustria, che per febbraio stima una stabilizzazione della produzione, anche se la fiducia delle imprese manifatturiere è ancora in calo.
sat/mrv
Previous articleBarbaro “La sostenibilità sportiva asset importante per l’ambiente”
Next articleMeloni “Dobbiamo difendere le nostre democrazie”