“Serve certificare che gli interventi che facciamo abbiano caratteristiche di sostenibilità. Quando parlo di evoluzione eco – digital è perché non esiste una vera rivoluzione sostenibile senza l’uso del digitale. Dobbiamo fare in modo che ci sia una capacità di certificare le evoluzioni e il digitale ce lo consente”. Lo ha detto Alfonso Pecoraro Scanio, presidente di Fondazione Univerde.

xm4/trl/gsl

Previous articleUe, Meloni “Mai delusa da chi difende interessi nazionali”
Next articleMedicina, le prospettive della genomica e della robotica