MILANO (ITALPRESS) – “I lasciti di mio papà sono davvero tanti”. Ai festeggiamenti per i 30 anni di Europa Donna Italia movimento che si impegna per aiutare e stare al fianco alle donne con tumore alla mammella, voluto da Umberto Veronesi, il figlio Paolo, Direttore del Programma Senologia dell’Istituto europeo di oncologia, lo ha ricordato con affetto. “Europa Donna è una realtà cresciuta tantissimo in questi anni, porta la voce delle pazienti in sede istituzionale”.

f03/fsc/sat/gtr

Previous articleEuropa Donna, Merzagora ricorda i successi degli inizi
Next articleTumore al seno, l’importanza di una rete come Europa Donna