MILANO (ITALPRESS) – “La Tunisia è la porta del Mediterraneo. I tunisini sono un popolo accogliente che ha dimostrato, più volte, di stare al fianco di popoli amici. Dobbiamo però affrontare, con responsabilità e nel rispetto della legalità, le manovre intimidatorie contro il nostro Paese. Non tolleriamo quello che sta accadendo”. Lo ha detto Kamel Ghribi, presidente del gruppo GKSD Investment Holding a proposito dell’afflusso di migranti irregolari subsahariani a Sfax, secondo quanto riferisce il sito Tunisie Numerique.
Ghribi ha anche lanciato l’allarme in merito alle conseguenze disastrose sul Mediterraneo e sui Paesi limitrofi che sono chiamati ad affrontare la situazione.
Ha infine ricordato che, conformemente alle condizioni poste dal diritto internazionale, i diritti dei rifugiati sono garantiti a coloro che sono minacciati.
-foto ufficio stampa GKSD-
(ITALPRESS).

Previous articleBicocca, primi laureati del corso internazionale in Medicine and Surgery
Next articleMeloni “Economia italiana in crescita, la più affidabile in Eurozona”