La Nocciola Piemonte IGP delle Langhe e l’Alta Langa saranno protagoniste nel Salotto dei Gusti e dei Profumi, all’interno della 93a Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, in Piazza Risorgimento, dal 27 ottobre al 1° novembre. L’evento, giunto alla 12a edizione, sarà l’occasione per presentare la Nocciola Piemonte IGP delle Langhe ad un pubblico sempre più vasto, proveniente da tutto il mondo. Grazie alla collaborazione con l’Ente Fiera Nazionale del Tartufo Bianco d’Alba, l’Unione Montana Alta Langa, il Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, l’Associazione Commercianti Albesi e il supporto della Regione Piemonte e della Fondazione CRC, verrà allestito un suggestivo ed elegante spazio espositivo che ricreerà l’atmosfera di una raffinata pasticceria, dove la Nocciola sarà protagonista, con l’esaltazione delle sue straordinarie qualità organolettiche che la rendono unica al mondo.

Nel contesto dell’inaugurazione, prevista per le ore 11 di sabato 28 Ottobre, alla presenza del Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e dei Sindaci dell’Alta Langa, sarà consegnata la Nocciola d’Oro delle Langhe ad Antonino Cannavacciuolo, chef con 7 Stelle Michelin, 24 anni di storia e oltre 250 collaboratori.
Un gruppo prestigioso il suo, costituito da quattro resort di lusso “Laqua Collection”, tra Campania, Toscana e Piemonte, e la moresca Villa Crespi, Relais 5 Stelle lusso a Orta San Giulio, sul lago d’Orta, con ristorante insignito di innumerevoli riconoscimenti, tra i quali, nel 2022, la terza Stella Michelin, che lo porta a far parte dei 12 ristoranti tristellati d’Italia all’interno della Guida Michelin 2023. E poi, i Cannavacciuolo Café & Bistrot, a Novara e Torino, Laqua Countryside nell’entroterra Sorrentino e Laqua Vineyard, tra le colline toscane, tutti insigniti della Stella Michelin, e il Laboratorio Artigianale Cannavacciuolo in provincia di Novara, dove realizza alta pasticceria. Protagonista in importanti programmi televisivi, da MasterChef a Cucine da incubo, ha saputo conquistare, con il suo carisma, milioni di appassionati di cucina di tutte le età: “È un onore ricevere questo riconoscimento – dichiara Cannavacciuolo – in questo spicchio di terra, il Piemonte, che è diventato in qualche modo la mia seconda casa. Rappresento un modello di imprenditoria familiare che ha scelto di fare dell’eccellenza la sua missione. Alla base una forte attenzione per il territorio, che si fa cultura condivisa con la gente che ogni giorno sceglie di avvicinarsi alla mia cucina e a quella dei miei ragazzi. Attenzione che riserviamo anche e soprattutto alla scelta delle materie prime con le quali lavorare, come nel caso delle Nocciole Piemonte IGP delle Langhe”.

Flavio Borgna, Presidente dell’Ente Fiera della Nocciola “Cannavacciuolo è un grande Chef, un protagonista del suo tempo. Riscuote la simpatia di milioni di persone. Dopo averla consegnata ai tristellati Massimo Bottura ed Enrico Crippa, lo abbiamo scelto per consegnargli la Nocciola d’Oro, affinché diventi Ambasciatore della Nocciola Piemonte IGP delle Langhe in Italia e nel mondo. Ringraziamo il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, per il supporto e l’impegno profuso nella valorizzazione della nostra Nocciola. È fondamentale continuare a insistere sulla denominazione di origine “Langhe”. Ringraziamo inoltre l’imprenditore Mimmo Caruso, per aver favorito questo importante incontro”.

Elisabetta Grasso, Vicepresidente dell’Ente Fiera della Nocciola “Un testimonial così prestigioso come Antonino Cannavacciuolo non può che rafforzare la nostra mission, che è quella di riuscire a valorizzare l’immagine della Nocciola Piemonte IGP delle Langhe, agli occhi del grande pubblico, ma soprattutto degli addetti ai lavori: gelaterie, pasticcerie, cioccolaterie e ristoranti, in Italia e all’estero. Magnifiche realtà di nicchia capaci di apprezzare le caratteristiche uniche di questo prodotto della Terra. Sarà inoltre un’occasione importante per promuovere, nel lungo ponte di Ognissanti, questo simbolo delle colline dell’Alta Langa, che si stanno sempre più imponendo. Risultato di un lavoro corale che le ha trasformate in meta di un’ospitalità raffinata dove vivere quel lusso autentico fatto di persone vere e di esperienze immersive”.

SALOTTO DEI GUSTI E DEI PROFUMI

Degustazioni guidate, rievocazioni e narrazioni animeranno il Salotto dei Gusti e dei Profumi e permetteranno agli ospiti di scoprire i sapori e la convivialità delle magiche e autentiche colline dell’Alta Langa.
• Venerdì 27/10: ore 15.30 – 19.30
• Sabato 28/10, domenica 29/10, lunedì 30/10, martedì 31/10, mercoledì 1/11: ore 10.00 – 19.30
Nella stessa Piazza dal 28/10 al 01/11 si terrà “Langhe e Roero in Piazza” a cura dell’Associazione Go Wine: un percorso tra banchi d’assaggio, per presentare e raccontare le eccellenze enogastronomiche e le tipicità del territorio, dai formaggi ai prodotti della terra, dalla pasta fresca ai vini, con oltre 100 etichette in degustazione.

Previous articleCrosetto “L’Altare della Patria rappresenta pezzo della nostra storia”
Next articleMeloni “Nessuna ambiguità nel condannare Hamas”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here