NEW YORK (ITALPRESS) – “I cartelli messicani usano già i droni per uccidere i loro nemici. Il pericolo potrebbe essere quello di applicare ai droni il riconoscimento facciale. Siamo di fronte ad una nuova criminalità che richiede molta più capacità investigativa sul piano tecnologico”. Lo ha detto il professor Antonio Nicaso, professore alla Queens University, a margine della conferenza Onu sull’Intelligenza Artificiale.

trl/mrv (video di Stefano Vaccara)

Previous articleFoti “Celebriamo all’Onu i 40 anni della Fondazione Magna Grecia”
Next articleIA, Romano “Parlamento farà leggi su cybercrime e cybersecurity”