ROMA (ITALPRESS) – “Non c’è futuro senza memoria, è molto importante per i giovani entrare in contatto con le loro radici e la loro tradizione e loro sono tutto questo: solo attraverso la comprensione di tutto questo i giovani di oggi riusciranno a creare il migliore futuro”. Lo ha detto il ministro dell’Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini, a margine della giornata nazionale dei “Giovani e memoria” per i 75 anni della Costituzione. “La Costituzione non è un totem ma un ponte, una macchina che segue il mondo che cambia” ha aggiunto Bernini. “Sul tema scuola, secondo me questa non deve essere vista come una formazione imposta ma come la valorizzazione di se stessi, un modo per mettere in atto le potenzialità di tutti e capire soprattutto cosa significhi il lavoro di squadra”, ha spiegato il ministro.
xl3/col3/gtr
Previous articleSalvati 2 scalatori sulla montagna Spaccata a Gaeta, le immagini
Next articlePecoraro Scanio “Emergenza climatica in atto e governo rimane inerte”