ROMA (ITALPRESS) – In vista di “Sport e autismo, l’inclusione viaggia veloce anche verso Parigi 2024” in programma il 2 aprile al Salone d’onore del Coni, Marco Fichera, responsabile dell’organizzazione dell’evento, spiega alla Italpress che “anche ragazze e ragazzi con disturbo dello spettro autistico possono vivere una condizione di vita più o meno normale con attività di supporto ed eventi come questo”.
ads/mrv
Previous articleSportcity Meeting, a Pietrasanta gli stati generali sul benessere
Next articleLa “Repubblica del movimento”, a Pietrasanta SportCity Meeting