MINNEAPOLIS (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Denver spreca ma rimedia, passa al Target Center di Minneapolis e resta in scia a Oklahoma City mentre Minnesota scivola al terzo posto. La lotta per il primato a Ovest passa dallo scontro diretto fra Wolves e Nuggets: la spuntano i campioni in carica per 115-112, dopo aver buttato via 18 punti di vantaggio. Jokic (35 punti e 16 rimbalzi) e Porter Jr (26 punti di cui 13 nell’ultimo quarto) trascinano Denver, che approfitta anche delle tante assenze in casa Minnesota (fuori Towns, Gobert e Reid) a cui non basta un Anthony Edwards da 30 punti, 8 rimbalzi e 8 assist. Consolida il quinto posto New Orleans, fra le squadre più in forma del momento: 104-91 al Barclays Center su Brooklyn con 28 punti di Williamson, terza vittoria consecutiva, la settima in otto gare. La corsa a un posto diretto nei play-off coinvolge anche Dallas, che nonostante la scarsa vena al tiro di Doncic (6/27 dal campo ma ottava tripla doppia in dieci gare con 18 punti, 16 assist e 10 rimbalzi), fa 4 su 4 in stagione contro San Antonio (113-107), merito anche dei 28 punti di Irving. Fra gli Spurs 22 punti di Jones, 12 punti, 11 rimbalzi e 6 stoppate per Wembanyama. Orlando intanto si garantisce la post-season, con buone chance di play-off: 112-92 su Charlotte con 21 punti di Anthony, 16 di Suggs e 13 di Banchero, 12 successi nelle ultime 15 gare e quinto posto nella Eastern Conference. Si allunga a sei partite, infine, la striscia positiva di Houston: 137-114 su Washington con 42 punti di Jalen Green. Per i Rockets il sogno play-in non è ancora del tutto tramontato: due gare e mezza il distacco dalla decima piazza a Ovest occupata per il momento da Golden State.
– foto Image –
(ITALPRESS).

Previous article19enne sfregiato a Milano, 11 arresti. Le immagini dell’aggressione
Next articleMichelin lancia tre pneumatici da moto innovativi