ROMA (ITALPRESS) – Crescita in frenata a inizio 2024 Il centro studi di Confindustria vede una “crescita dell’Italia frenata a inizio 2024”. Secondo l’analisi congiunturale mensile “l’economia italiana è sostenuta da inflazione bassa, fiducia delle famiglie in aumento e servizi in crescita, mentre l’industria sembra stabilizzarsi. Vari, però, i fattori negativi: si protrae il freno ai flussi commerciali nel canale di Suez, il petrolio continua a rincarare, il taglio dei tassi è rinviato ancora, il credito alle imprese resta in calo. Si prospetta un PIL debole nel 1° trimestre 2024.
fsc/gsl
Previous articleEliana Liotta nel libro “La vita non è una corsa” elogia la pausa
Next articleImprese, 447 mila assunzioni previste a marzo