PALERMO (ITALPRESS) – Ci sono anche degli “insospettabili” tra i destinatari delle misure cautelari eseguite dalla polizia di Stato nell’ambito del blitz antimafia che ha smantellato il clan di Resuttana, a Palermo. Diciotto gli arresti: 16 in carcere e 2 ai domiciliari. Tra gli indagati anche un commercialista, un notaio e imprenditori. Tutti sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione con l’aggravante del metodo mafioso, concorso in associazione di stampo mafioso, detenzione di arma comune da sparo. vbo/gtr
Previous articleWeelchair Rugby, a Piancavallo un camp di alta specializzazione
Next articleForlani, a Roma i funerali di Stato