Giovedì 26 ottobre 2023, in occasione di Buonissima l’evento gastronomico internazionale, giunto alla terza edizione, che si terrà a Torino dal 25 al 29 ottobre 2023 Tuttofabrodo sarà protagonista di Piolissima, la rassegna che celebra le osterie tipiche piemontesi, con una cena pensata ad hoc. Gli ingredienti della serata, un menu che unirà le specialità della cucina asiatica alle eccellenze gastronomiche regionali come le acciughe al verde e la salsiccia di Bra e una degustazione di birre artigianali guidata dal fondatore del Birrificio Granda di Cuneo Ivano Astesana, permetteranno al locale di mettere in dialogo due culture diverse, ma solo apparentemente lontane. I piatti che verranno serviti non racconteranno solo l’atmosfera di un format ispirato ai fast food orientali di qualità, giovane e innovativo ma ne esprimeranno anche la più genuina e autentica “piemontesità.
Sono orgogliosa e contenta di poter partecipare, per la prima volta, a Buonissima afferma Elisa Neri, l’anima del locale contemporaneo di San Salvario. “L’invito è stato del tutto inaspettato. Anche se, la sorpresa più grande è stata scoprire di essere protagonisti di Piolissima, uno dei format dell’evento più legati alla cucina piemontese tradizionale. La nostra insegna non è una classica osteria o trattoria italiana, ma uno spazio più fluido in cui trovare contaminazione e internazionalità. Mi auguro che questa proposta significhi una cosa sola, ovvero che la città è pronta ad accogliere nuovi modi di concepire il cibo e, più in generale, la cucina”.

IL MENU PENSATO PER PIOLISSIMA


La cena del 26 ottobre che si svolgerà nel locale torinese permetterà di vivere un’esperienza all’insegna della convivialità. Il menu, ideato per combinare le ricette della cultura gastronomica orientale con gli ingredienti tipici della tradizione piemontese, sarà costituito da cinque portate. Per iniziare, verrà servito Arcobaleno di dumpling, una degustazione di cinque differenti varianti degli iconici ravioli cinesi cotti al vapore.
Dal ripieno ispirato al Piemonte, quello alla zucca, porri e nocciola IGP, a quelli più asiatici, tra cui le proposte a base di carne di maiale e cipolle rosse, bok choi e funghi shiitake, salmone e bok choi, passando per la versione vegetariana con verdure e arachidi tostate, i dumplings accontenteranno i gusti e le esigenze di tutti i commensali. A seguire, L’arte dei Xiaolongbao consentirà ai clienti di assaggiare il cavallo di battaglia dell’insegna di Elisa Neri: i ravioli chiusi artigianalmente con 19 pieghe, cotti al vapore e ripieni di carne di manzo e brodo. I quali, in questo caso, verranno proposti in quattro versioni diverse, con maiale e tartufo, maiale e zenzero, granchio e maiale e, infine, maiale, zenzero e gamberi (Shao mai). Quindi, sarà il momento dei Gua bao dal cuore sabaudo, ovvero dei morbidi panini fatti a mano, lievitati lentamente e cotti al vapore che, per rimanere fedeli al tema dell’iniziativa, verranno farciti con la salsiccia di Bra, un’icona piemontese da mangiare rigorosamente cruda, e le acciughe al verde, una preparazione saporita, di solito servita con il pane tostato come antipasto. Ci saranno poi i Noodles saltati con Gamberi, pasta lunga fatta a mano con farina 00, servita con una salsa dal sapore agrodolce, verdure croccanti e gamberi, e, per terminare in dolcezza, gli Sweet buns. Una selezione di soffici baozi dolci cotti al vapore con cioccolato fondente e nocciole, marmellata di fagioli rossi azuki tradizionalmente utilizzati per realizzare la confettura anko e, infine, crema pasticcera allo yuzu.
Il prezzo del menu sarà di 28 euro, bevande escluse.
In abbinamento a ciascun piatto, una degustazione di cinque diverse tipologie di birra prodotte nel territorio piemontese. Un’esplorazione del mondo della birra artigianale al costo di 12 euro.
Previous articleLa chef Alessia Rolla del ristorante Cantina Nicola partecipa a Buonissima
Next articleSanità, Anelli “Puntare sulle competenze dei professionisti”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here