Divieto di dimora nei comuni di Montelepre e Giardinello nonché di esercizio dell’attività imprenditoriale e di rivestire cariche all’interno di società per due costruttori edili del Palermitano, accusati di bancarotta fraudolenta. I finanzieri del comando provinciale del capoluogo siciliano, eseguendo un provvedimento del gip, hanno sequestrato 8 milioni di beni riconducibili ai due.

gtr/col3

Previous articleUniversità Bicocca, aperta finestra osservazione onde gravitazionali
Next articleBiella, scoperta maxi discarica di pneumatici abbandonati