ROMA (ITALPRESS) – “La sensibilizzazione è fondamentale. Il 2 aprile è la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo e serve a far sì che non solo chi vive in famiglia una persona autistica ma anche il contesto sociale siano allertati e sensibilizzati perché ci sia una reale inclusione. Con il progetto Aita onlus da anni abbiamo organizzato progetti sportivi in più città italiane. Penso ai Summer camp ma anche altri progetti in cui vengono coniugati diversi sport, per esempio scherma e altre discipline. Lo sport può aiutare una reale inclusione”, sottolinea Luigi Mazzone, direttore di Neuropsichiatria infantile dell’Università Tor Vergata di Roma e presidente del Progetto Aita, in un’intervista all’Italpress.
ads/mrv
Previous articleMeloni “Dal Governo nessun aiuto agli evasori, i numeri sono chiari”
Next articleBioeconomia, in Italia un potenziale ancora inespresso