Un arresto cardiaco improvviso è un’epidemia silenziosa che causa 60.000 morti ogni anno in Italia. Eppure, con una rianimazione cardiopolmonare svolta nei primi 3-5 minuti dall’arresto, si potrebbe salvare il 50-70% delle persone colpite. Se ne è parlato a Milano, nel corso di un evento organizzato da Emd112.
xh7/mgg/gsl
Previous articleMaltempo, pioggia e grandine nella notte a Milano. Caduti 37mm d’acqua
Next articleAleotti “Fair play, impegno e dedizione valori importanti”